Casolare 311 Museo della civiltà contadina e fattoria didattica


La riforma fondiaria nel Lazio

L’Ente Maremma assegnò terreni nei Comuni di Roma, Viterbo, Anguillara S., Trevignano R., Bracciano, Manziana, Cerveteri, Civitavecchia, Allumiere, S. Marinella, Tolfa, Tarquinia, Castelnuovo di Porto, Campagnano di Roma, Sacrofano, Riano, Fiano R., Formello, Mazzano R., Capena, Morlupo, Rignano F., Torrita T., Farnese, Valentano, Cellere, Ischia di Castro, Capodimonte, Canino, Montalto di Castro, Sutri, Blera, Capranica, Bassano R., Vejano, Tuscania, Marta, Arlena di Castro e Vetralla. In collaborazione con la Sezione di Geografia del Dipartimento di Scienze documentarie, linguistiche-filologiche e geografiche dell'Università La Sapienza di Roma è nato un progetto per studiare la geografia delle assegnazioni e le nuove economie agrarie in ognuno dei Comuni interessati dalla riforma fondiaria, assegnando tesi di laurea che saranno poi consultabili anche nella sala di lettura del Casolare 311.